A differenza della manutenzione annuale, esclusiva competenza di un tecnico specializzato, la pulizia ordinaria della stufa a pellet può essere effettuata da chiunque. La procedura, semplice e veloce, permette di avere in casa un sistema di riscaldamento sempre efficiente, sicuro ed ecosostenibile.

Come pulire la stufa a pellet: manutenzione ordinaria

Prima di eseguire qualsivoglia operazione, è bene precisare che ogni singolo intervento deve essere effettuato a fuoco spento, con la termostufa completamente fredda e con il cavo di alimentazione elettrica scollegato.

Ecco i consigli pratici…

La maggior parte dei sistemi di riscaldamento di ultima generazione è dotata di una funzione auto-pulente: tuttavia, questo non basta. Per ottenere la massima resa, dovrete infatti agire manualmente con pochi e semplici interventi:

  • Pulizia del vetro: per osservare la fiamma che arde e, soprattutto, preservare l’integrità delle guarnizioni, è necessario pulire giornalmente il vetro. In commercio si possono trovare appositi kit di pulizia per la stufa a pellet, in grado di garantire la massima resa in pochi minuti.
  • Pulizia del braciere Asportate la cenere che si deposita all’interno del focolare ogni giorno o quando necessario. Questa operazione può essere  eseguita togliendo il braciere dalla propria sede (e ricordandosi di rimetterlo esattamente allo stesso modo!) oppure molto più semplicemente utilizzando un aspirapolvere tipo “bidone”, ideale per aspirare la cenere di caminetti e stufe.
    Facendo questo assicuriamo il libero passaggio dell’aria di combustione dai fori del braciere.
  • Pulizia del focolare: un utilizzo regolare della stufa genera inevitabilmente residui nel focolare, anche con del pellet certificato. Tuttavia, rispetto a un tradizionale caminetto a legna, il materiale di scarto è alquanto limitato e, per questo motivo, la manutenzione della camera di combustione può essere effettuata una volta a settimana.
  • Pulizia del cassetto cenere o del vano raccogli cenere La pulizia del cassetto cenere o del vano raccogli cenere, va eseguita ogni settimana o quando necessario: consigliamo di farlo ogni due giorni.
  • Pulizia esterna: per eliminare la polvere dalla superficie della stufa, è sufficiente utilizzare un panno morbido e asciutto. Le componenti esterne in metallo verniciato possono essere pulite grazie a un panno inumidito con l’acqua. Da evitare invece prodotti sgrassanti o abrasivi, che potrebbero intaccare l’estetica della termostufa.

Seguendo questi semplici accorgimenti la vostra casa resterà sempre al caldo, anche nei periodi più rigidi dell’anno, garantendovi benessere e risparmio.

Queste sono le operazioni che potete effettuare da soli e che garantiscono un buon funzionamento della vostra stufa, e che possiamo chiamare operazioni di manutenzione ordinaria.

Nel caso durante la pulizia vi accorgeste di qualche piccolo particolare della vostra stufa potete tranquillamente visitare il nostro shop di ricambi!

A presto,

lo staff di ODM online

Pasian ... le stufe policombustibili